I nostri prodotti

 

Il BORGO DI CISTERNA è sempre stato, sin dal periodo Romano e forse Etrusco, un sito votato all’agricoltura. Anche oggi, come allora, nei terreni circostanti il Borgo di Cisterna, si coltivano alberi da frutta, erbe aromatiche e, olivi e colture orticole.

Tra i tanti alberi da frutta citiamo principalmente le visciole, i fichi e le meline rosa. Sono presenti anche prugni ,mandorli e cachi.

Tra le produzioni particolari evidenziamo quella del Cappero di Borgo Cisterna, essenza iscritta al Repertorio Regionale, n° 70 della Sezione Vegetale-Specie Erbacee, in base alla L.R. 12/2003, iscrizione del 03.05.2013.

 

Dallo scorso Ottobre 2014 il Cappero di Borgo Cisterna è annoverato tra le diverse specie all'interno dell'Arca del Gusto di Slow Food

 

La nostra Azienda Agricola è orgogliosa di poter contribuire alla salvaguardia del patrimonio biologico e delle biodiversità regionali, tra l'altro come unica produttrice in regione di tale essenza e con la gradita qualifica di Agricoltore Custode convenzionato con l'ASSAM, Agenzia Servizi Settore Agroalimentare delle Marche .

 

Le erbe aromatiche e selvatiche, usate in gran quantità anche in cucina, costituiscono gli elementi con cui si prepara la “Salamoia del Borgo” utilissima per insaporire la carne ai ferri e gli arrosti.

Dai frutti raccolti nei nostri campi e frutteti otteniamo particolari marmellate, tutte fatte in casa artigianalmente, tra le quali citiamo quella di fichi locali, quella di Mele Rosa e la delicatissima marmellata di delle nostre Zucche.

Le verdure ed i frutti costituiscono anche l’ingrediente essenziale per la preparazione dei nostri sottoli e sottaceti, tra i quali citiamo i nostri Cachi sott'Olio.

Le nostre visciole compongono l'ingrediente principale per la produzione del nostro VISCIOLINO, un particolare vino aromatizzato, dal sapore pieno e ben definito, non troppo dolce ma al contrario, leggermente amaro, proprio come il reale sapore della visciola. E' quindi ottimo per fine pasto ma anche per accompagnare dolci e soprattutto formaggi.

Come già anticipato, la più particolare coltivazione aziendale è costituita dai 
capperi autoctoni, Cappero Rupestre di Borgo Cisterna, che crescono ormai da numerosi decenni sulle mura di cinta del borgo, adornandolo col loro particolare fiore bianco e viola: preparati sotto sale costituiscono un elemento caratterizzante della nostra cucina tradizionale.

Tra le trasformazioni citiamo la produzione di 
formaggio di fossa il quale viene fatto fermentare in apposite fosse risalenti probabilmente all’epoca romana ed utilizzate allora per la conservazione delle sementi quando ancora tale era la pratica di quei tempi.